Viola De Angelis

"Avere 35 anni e pensare di stare bene, avere un lavoro, un compagno, straviziarsi con aperitivi, sigarette e passare sempre meno tempo a contatto con il proprio corpo.

Io ero esattamente questo prima di intraprendere un percorso di allenamento(non solo fisico ma anche mentale).

Faccio l'insegnante e so quanto la motivazione sia importante, quanto sia difficile convincere un allievo disilluso che si può davvero cambiare.

Martina con me ci è riuscita e l'aria positiva che si respira nello studio ha fatto il resto. Il mio corpo è cambiato, la mia testa è cambiata, la vita è più solida adesso perché sento di poter contare su muscoli che non pensavo nemmeno di avere.

Non ho più paura di provare cose nuove ripetendomi che "tanto non ce la farò mai".

Con questa nuova consapevolezza mi sono strappata un muscolo provando a fare kitesurf ma Dio solo sa quanto lo rifarei mille volte!

 

Grazie”

Cristina Cappelletti

“Un giorno un pesante attacco di claustrofobia mi ha portato da uno psichiatra; il dottore dice “ok le medicine e la psicoterapia ma dovresti fare uno sport per concentrarti su qualcosa”.

 

Ho pensato subito al calcio, ma l’abbondante sovrappeso me lo avrebbe impedito; visto che sono perennemente incazzata ho pensato ad un sacco e 2 guantoni, si! voglio menare.

 

Ma come sempre ci sono i però: odio fare sport e odio chi lo fa, odio i salutisti, odio gli sportivi veri (tranne Totti e Ventino Rossi), odio gli sportivi amatoriali, odio quelli che vano in bici in mezzo alla strada con quelle tutine ridicolmente attillate, odio quelli che fanno jogging il 1° gennaio (e tutti gli altri stramaledetti giorni), odio quelli che si vogliono tenere in forma anche al ristorante e parlano di calorie, carboidrati e proteine, odio le piscine perché sono sporche, odio le palestre perché puzzano e ci sono donne che sperano che mantenendo il culo sodo le corna diminuiscano, oppure decelebrate che spettegolano sulla cellulite della vicina, o ancora pompati che si credono dei figoni ma hanno un micropene da steroidi, ma soprattutto nelle palestre non ti si caga nessuno!

 

Allora che faccio? Cerco su internet un personal trainer nella mia zona, si! lo faccio venire a casa e vediamo come va ...

Uno dei primi risultati è “Roberto Cappelletti” (un trainer con il mio stesso cognome?!), sorrido e apro il sito incuriosita. 

 

Beh sai quando provi un paio di scarpe e appena indossate sono perfettamente comode? Ecco, così, uguale, la stessa sensazione!!

 

Mando una email e vengo richiamata nel giro di 2 ore (no giorni o settimane); era fine luglio prendiamo appuntamento per i primi di settembre. L’ho chiamato il 28 agosto!

 

Primo incontro: dal vivo Roberto fa più paura che nelle foto, ma l’abito non fa il monaco, infatti oltre ad essere una persona educata parla in un linguaggio forbito ma estremamente chiaro (non se la tira anche se potrebbe!) Mi spiega il tipo di attività che dovrei svolgere e che tra le tante cose da fare ci sarà spazio per tirare un pò di boxe; saranno allenamenti funzionali “assemblati” SOLO per me.

 

Fico, mi piace, voglio cominciare, sono pronta e non sento il bisogno di stare a casa, voglio provare questa palestra.

Perché? perché in realtà non è una palestra, ma è più come una casa ben tenuta (non puzza, anzi!): c’è l’atrio con la reception e il pc, ci sono 3 stanze di allenamento, la zona tapis roulant e un altro strumento di tortura che non ho identificato, gli spogliatoi, il bagno (immacolato) e gli asciugamani profumano di buono. Lavori al massimo con un altro allievo/a, che però è in un’altra stanza (non ti senti gli occhi addosso perché anche lui/lei, come te, non vuole essere guardato/a).

 

Non è tutto rosa è fiori però, oltre agli allenamenti c’è la dieta, eh! (mai portata avanti una dieta per più di 2 settimane, oggi scrivo e sono al 35° giorno). E’ una dieta ferrea? si! come lo sono tutte, con l’aggravante per me della colazione salata (da vomito Triste): uova sode, caffè senza zucchero e mandorle alle 5:30 di mattina ... bleeee ... pensavo di non farcela ... e invece.

 

Ho provato a piagnucolare per un aiutino (dolcificante, salsa di soia ecc. ) ma niente; al 21° giorno senza sgarri c’era il miraggio di 2 pasti liberi a settimana. Il mio primo pasto libero l’ho fatto l’altro ieri (33° giorno).

 

E’ un sacrificio? 

 

No! è una sfida positiva che non devi affrontare da solo ma con l’aiuto di qualcuno che crede in te.

Il lunedì e il venerdì quando ho gli allenamenti vado perché voglio e non perché devo, e questo fa tutta la differenza del mondo! 

 

C’è Daniele (il mio trainer) che mi aspetta sempre con il sorriso, non posso definirlo un amico (nel senso stretto della parola) ma, in questo momento particolare della mia vita, lo considero un pò come il mio angelo custode, e cavolo! quanto mi diverto quando arriva l’ora della boxe. 

 

Roberto e Martina si stanno allenando per non so quale gara internazionale strana (e sconosciuta ai più) e quando lanciano gridolini equivoci è uno spasso (nel palazzo penseranno che ORA sia una casa di appuntamenti :) 

 

Ho il mio armadietto, ma senza chiave, perché nessuno tocca niente! Il bagno come detto è pulitissimo ma faccio la doccia a casa (preferisco così) solo Roberto rompe un pò (perché ha paura che in inverno mi venga un colpo ...) Non voglio che postino le mie foto sui social, ma loro non mi pressano e rispettano le mie debolezze con estrema cordialità.

 

Mi pagano per scrivere questo? no! voglio solo dire loro che mi stanno aiutando più di quanto credano, non parlo di peso, culo, ciccia ecc., ma di serenità. 

 

Sto bene con me e sono meno incazzata con il mondo (quasi quasi mando al diavolo lo strizzacervelli!!!!).

 

 

ATTENZIONE, però, ci sono i lati negativi:

 

Daniele è vegetariano (non se pò sentì)

Martina è pacifista e non vuole fare a pugni con me (mha!)

Roberto è severo, quasi granitico e mi dice che sono viziata e che il latte (che mi manca tanto) lo bevono solo i bimbi (antipatico)

 

 

Il succo è che mi trovo bene, poi magari lunedì mi fanno incazzare e mollo tutto ... ma non credo!!!!!!!!!

p.s.

3 litri di acqua al giorno, faccio pipì ogni 5 minuti ... teribbbileeeeee”

 

“Si dice che “Chi vuole sul serio qualcosa trova una strada, gli altri una scusa.”

 

Mi definisco una grande procrastinatrice nonché terribile pigra, Ma quando sono arrivata da ORA non ho tentennato neanche un attimo: è passata meno di una settimana dal momento in cui ho trovato il sito navigando in internet al primo allenamento.

 

Lavoro full time 40 ore a settimana e quando non sono al lavoro sono in sala prove a suonare; cercavo quindi qualcuno che venisse incontro alle mie esigenze. 

 

Quando trovare il tempo per gli allenamenti? Ebbene, si può fare. 

 

Quando Roberto mi ha proposto di allenarmi la mattina prima di andare in ufficio non pensavo ci sarei mai riuscita: non sono quel tipo di persona fanatica del fitness che si sveglia all’alba quando potrebbe dormire un’ora in più, mi sembrano matti quelli che escono al buio e al freddo per andare a correre… 

 

E invece adesso ogni volta che suona la sveglia alle 06:30 sorrido: sto andando ad allenarmi e non vedo l’ora! Se me l’avessero detto anche solo un mese fa non ci avrei mai creduto. La soddisfazione di riuscire a fare una cosa per me così impegnativa è impagabile. 

 

La motivazione per fare tutto questo la devi trovare tu, è vero, ma il tuo allenatore farà quel passo verso di te che è proprio quel “più” che manca la maggior parte delle volte.

 

Oltre ad essere molto sedentaria detesto le palestre, gli istruttori che non ti seguono, gli sguardi degli altri, gli spogliatoi in comune, l’imbarazzo nel sentirsi osservati mentre ti alleni, le lezioni piene di persone ad orari improponibili. 

 

Ecco, tutto questo da ORA non esiste. Sei TU e il tuo coach. I tuoi 45 minuti vengono sfruttati fino all’ultimo secondo, non si perde tempo, tutto è ottimizzato al massimo. 

 

Non è stato tutto rose e fiori però, anzi. Il mio primo allenamento è stato tragico: dopo venti minuti sono praticamente collassata a terra e non sono più riuscita a riprendermi. Inutile dire quanto mi sia sentita a disagio.

 

Daniele peró, il mio favoloso allenatore, ha trovato le parole giuste per spronarmi a tornare… in un altro momento avrei mollato subito per la vergogna.  E invece ho continuato ed è stata la decisone migliore che potessi prendere. 

 

È difficile trasmettere con semplici parole la gioia che si prova nel vedere il proprio corpo cambiare giorno dopo giorno, diventare più forte, non necessariamente più magro, ma più in forma, capace di fare cose che non credevi possibili.  

 

La sicurezza che acquisti un allenamento dopo l’altro ti ripaga di qualsiasi sforzo. 

Sono venuta qui con l’obiettivo di riprendere possesso del mio corpo e soprattutto della mia salute, abbandonata in un angolo con le solite scuse del “non ho tempo”. 

 

Volevo poter tornare al mare, dopo due anni che lo evito perché mi vergogno di mettermi in costume. E dopo poco più di un mese già comincio a vedere i risultati… sono euforica!

 

Il mio è un percorso appena iniziato e so che potrà soltanto migliorare grazie al mio impegno e a quello di questo splendido studio e dei suoi allenatori che con la loro empatia, forza di volontà e positività rendono possibile tutto ciò che pensavi non saresti mai riuscito a fare.

 

Grazie!”

Clelia Galli

"Ho conosciuto il tennis qualche anno fa e man mano che ho imparato, mi sono reso conto che anche la mia poca prestanza fisica non mi consentiva di migliorarmi e non mi consentiva di evitare delle pessime figure sui campi.


Mi sono avvicinato a Ora con un obiettivo preciso sperando che fosse sufficiente a superare le mie resistenze storiche contro ogni sforzo fisico.


Ora mi ha affascinato con la sua formula: una persona che si è dedicata a me in questi mesi, che ha compreso le mie paure iniziali, mi ha spronato a crederci migliorando giorno dopo giorno, si è adoperata per trovare in ogni seduta un allenamento finalizzato al raggiungimento del mio obiettivo iniziale ed allo stesso tempo un allenamento nuovo. 
Un ambiente molto distante dalla palestra, uno spazio accogliente, riservato ….. tutto per me.


Ora (nel senso di adesso) mi sto divertendo perché sto scoprendo la bellezza del vivere in sintonia con il proprio corpo, noto la sorpresa del mio lento cambiamento negli occhi delle persone che più amo, gusto la possibilità di imparare finalmente a saltare la corda oppure di fare 10 piegamenti consecutivi …….. e soprattutto vivo l’emozione di perdere una partita di tennis dignitosamente …… almeno per Ora! 


Ps se solo decidessi anche di seguirli sull’alimentazione…..!!!!"

 

Daniele Gentili

Saverio Marchi

“Sono Saverio, conosco Roberto da ormai molti anni, prima ancora dell'apertura di ORA.
Quando ci siamo incontrati tramite un amico in comune ero reduce da un grave infortunio al ginocchio dal quale non riuscivo a riprendermi. 

Molto spesso fuori Roma per lavoro con conseguenti cene aziendali, nonostante il mio metro e novanta di altezza sono arrivato a pesare 110 kg. Inoltre la poca attività fisica mi rendeva molto vulnerabile ai mal di schiena e ai dolori articolari tipici dei soggetti molto alti.

Con Roberto abbiamo iniziato ad allenarci presso la palestra di un circolo dove ero socio e, a causa della mia poca costanza, con risultati alterni e non soddisfacenti. Non è stato semplice anzi, i primi mesi abbiamo anche saltato molti appuntamenti per i miei impegni lavorativi poi con il sua perseveranza mi ha portato piano piano ad essere costante e ha trovare le giuste motivazioni dai risultati acquisti. 

Oggi, nel suo studio, continuo ad allenarmi nonostante i miei ritardi cronici e le mie "buche" periodiche mi sento molto più tonico ed allenato. Da appassionato di sci mi accorgo della differenza propio durante la settimana bianca quando, dopo una giornata di sci, mi sento comunque molto bene mentre anni fa sarei stato dolorante per tutto il periodo."

 

“Mi alleno da sempre. Ho fatto tanti sport, dalla ginnastica artistica, al pugilato, al crossfit, al body building. Sono anni che mi affido a personal trainer diversi. 

Poi ho avuto una battuta d'arresto. Ero stufa. Mi sentivo un numero, un "cliente" da spolpare. Non vedevo più progressi. 

Ho quasi cinquant'anni e dal l'allenamento ora pretendo qualcosa in più. Deve darmi risultati a livello estetico e contestualmente aiutarmi a stare meglio dal punto di vista della salute. 

Ho conosciuto "ORA" per caso. Per il passaparola di alcune amiche e finalmente ho trovato la soluzione. Non ho esitato, Mi sono lasciata tutto alle spalle e mi sono messa nelle loro mani, con la più totale fiducia.

Sono entusiasta. Grande competenza, serietà, puntualità, simpatia, pulizia. In poco più di un mese ho avuto risultati che non avevo ottenuto in anni. 

Sei monitorato a 360 gradi. Massimi risultati in tempi ridotti. Grande elasticità di orari e giorni. 

Nessuna distrazione durante l'allenamento e in più...ti senti a casa. 

Ho un obiettivo preciso, piuttosto ambizioso ma sono certa che con ORA finalmente lo raggiungerò. 


Stay tuned." 

Laura Cosenza

Claudia Merenda

“Per vari motivi negli ultimi anni non ho praticato nessun tipo di sport in maniera continua, ritrovandomi in condizioni fisiche a dir poco pessime.

A 23 anni sentivo di averne 70.

Quando ho incontrato Roberto per la prima volta due mesi fa, la prima impressione è stata ottima, ma onestamente prima di iniziare gli allenamenti non pensavo che sarei andata oltre le 5 lezioni di prova. 

Pensavo che, come ogni volta, avrei iniziato con grandissimo entusiasmo e dopo un paio di settimane tutto sarebbe tornato come prima… 

E invece no. 

Continuo ad allenarmi regolarmente con Martina e l’entusiasmo delle prime settimane non se n’è più andato, perché ogni volta mi rendo conto di riuscire a fare meglio della precedente. 

Dormo meglio, mi sento piena di energia, non vedo l’ora di allenarmi e fisicamente riesco a fare cose che non avrei mai pensato di riuscire a fare. 

Mi alzo la mattina con la voglia di correre, io che due mesi fa riuscivo a “correre” per appena 10 minuti prima che diventasse un’agonia. 

In realtà il progresso di cui sono più soddisfatta è aver capito che se ho un limite è perché me lo pongo io. 

Questo grazie a Martina, che ogni volta che io dico “non ce la faccio”, mi dimostra che non è vero.

Sono partita cercando un cambiamento fisico che paradossalmente ora è passato in secondo piano, perché il cambiamento più importante già c’è stato ed è stato a livello mentale. 

Considerando che sono passati solo due mesi da quando ho “trovato” ORA, non vedo l’ora di scoprire dove sarò tra altri due!

E’ scontato, ma GRAZIE!"

“Disturbi di salute e ovvi malesseri umorali conseguenziali mi hanno portata negli ultimi 3 anni a prendere peso. Una gran botta! Io che mi piacevo così tanto e che ho dovuto scoprire un ‘altra faccia della medaglia.

In tutto quel tempo cercavo con il pensiero ma mai fattivamente rimedi oltre ai medici e alla dieta ma non ero mai stimolata a farlo e mai probabilmente motivata sul serio….mi stavo arrendendo…non ero piu io.

Ho incontrato ORA per caso in un momento della mia vita dove ho sentito forte la voglia di rimettermi in corsa, la voglia di riavere me.
Nulla è per caso.

Da subito ho respirato esattamente l’aria che cercavo. Il mio primo incontro con Roberto la sua alta capacita di rassicurazione il suo occhio sempre attento a ogni mio aspetto a ogni mia parola e mai giudicatore. Mi ha entusiasmato l’idea di cominciare subito e cosi è stato.

Poi è arrivata Lei Martina, la mia personal trainer ma oserei dire una mentore.

Professionale, sorridente , tenace, puntuale, supporto fisico e mentale (e lasciatemelo dire… che fisico ragazzi !)

mi ha introdotto in questo allenamento funzionale e tac è scattato l’amore: mai noioso sempre in crescita, l’intensità cresce e tu ce la fai, il peso della ghiria cresce e tu ce la fai, le ripetizioni crescono e tu ce la fai ….e quando pensi no vabbè ora scoppio mollo lei non ti fa mollare, proprio non ce la fai con lei e competi ogni giorno con i tuoi limiti e vorrei dirvi una cosa è una meraviglia superarli ogni volta perché si superano!

Dopo circa un mese e mezzo eccolo là il primo controllo il cuore batteva ma ero serena perché lo sapevo ero certa dei risultati perché li ho voluti e li ho ottenuti: 4 kg -7cm di pancia -2 di cosce -1 di braccia ed ero fiera di me.
Sentirmi dire “Brava sei una grande!” e vedere in quegli occhi la sincerità e sentire veramente l’interesse nei mie confronti ma io quella frase l’avevo anticipata nella mia testa me la ero detta poco prima di montare su quella bilancia.

A breve sono 4 i mesi e sono volati perché li si sta bene perché quando finisci non vedi l’ora che arrivi il prossimo allenamento perché non ti pesa più arrivare a casa più tardi e fare tutte le tue cose perché quello spazio che hai deciso essere tuo solo tuo non te lo toglie più nessuno

Voglio dirvi che ero partita con l’obbiettivo di perdere peso e tonificarmi ma la conquista più grande è la scoperta di un equilibrio tra mente e corpo la scoperta di fare gesti quotidiani con il giusto movimento e tutto ti sembra più semplice e mai sarebbe stato possibile se intorno a me non ci fossero loro …grazie ragazzi!"

Laura Gloria

Marta Marchetti

“Non ho mai amato la palestra. 

Mi sono iscritta qualche volta nel corso degli anni, ho provato, ma non mi sono mai appassionata e non è durata mai più di un mese.

Qualche anno fa, per la prima volta, mi sono appassionata ad uno sport, la Scherma Storica. Purtroppo però non sono mai stata in forma e sentivo il bisogno di perdere peso, tonificarmi, fare in modo che il mio fisico migliorasse le prestazioni. 

Prima di incontrare ORA, ho passato alcuni mesi senza fare assolutamente nulla e mi sentivo perennemente stanca e spossata, faticavo a fare qualsiasi cosa.

Per mia fortuna abito vicinissimo allo studio Ora e più volte sono passata davanti alle sue finestre... Spinta dalla curiosità, una volta ho preso coraggio e ho citofonato... 

Una delle decisioni più felici della mia vita. 

L'impatto non è stato semplice, lo ammetto. Abituarsi a un regime alimentare diverso e ricominciare a muoversi, per me che sono una che ha mille problemi con il proprio corpo, è stato veramente problematico all'inizio. 

Devo ringraziare Martina per questo. 

E' competente, divertente, tosta, positiva e stimolante. Stimabile. Col tempo mi sono abituata, ho superato alcuni dei miei limiti, e adesso che sono 6 mesi che mi alleno con lei, mi rendo conto che è parte della mia routine settimanale, ma che soprattutto mi diverto! 

Mi sento infinitamente meglio, probabilmente meglio adesso che negli ultimi dieci anni, e sono fermamente intenzionata a raggiungere tutti i risultati che mi sono prefissata, con l'aiuto di Roberto e soprattutto di Martina.


Trovare il PT giusto ti cambia la vita”

“Dopo vari abbonamenti annuali regalati a palestre di tutti i generi (dalle più tecnologiche e alla moda, a quelle più piccoline e anonime), ho capito che quell’ambiente non mi piace e non rispecchia né la mia personalità né tantomeno i miei ritmi personali, scanditi da turni di lavoro massacranti.

Avevo voglia di iniziare un percorso costante e personalizzato sia negli orari che negli obiettivi da raggiungere. 
Cercando su internet, mi sono imbattuta sul sito di Ora Personal Training Studio.

Incuriosita da questa nuova idea, ho preso un appuntamento ed ho iniziato con un pacchetto prova di 6 lezioni, con lo scopo di capire se quel tipo di lavoro potesse essere adatto alle mie esigenze.

Inutile dire che da allora non sono riuscita più a farne a meno!

Cambiare stile di vita si può...abbiamo solo bisogno di affidarci alle persone giuste per credere in noi stessi e nelle nostre capacità!”

Luna Babusci

Giulia Marini

“In questi anni ho sempre cercato di affiancare alla mia grande passione per l'equitazione un qualcosa che potesse aiutarmi a rafforzare i miei punti deboli come braccia,addome,glutei,spalle...

Mi sono iscritta in palestra,ho fatto kick boxing,mi sono segnata a nuoto per un periodo,ho provato hip-hop...insomma di tutto e di più.. ma dopo 3/4 volte abbandonavo tutto perché mi annoiavo terribilmente,non c'era nessuno a spronarmi o spiegarmi come si faceva un determinato esercizio e la pigrizia mi assaliva ogni volta!!!!

Passato un po' di tempo ...curiosando su Instagram ho trovato dei video di ORA e ho contattato Roberto.

Mi sono detta " Dai Giulia prova di nuovo Magari ti troverai bene " e infatti non mi sono sbagliata !!!!

Ho iniziato questo percorso da più di un mese con una coach fantastica e nessuno ci crede ma 2 volte a settimana puntualissima sono pronta ad allenarmi con Martina! Mi alleno duramente,mi diverto tantissimo e i risultati già si vedono.

Quando sono stanca e mi sembra di non farcela Martina mi sprona e mi da' la carica giusta per continuare !!!!!!

 

Il posto e' fantastico,pulitissimo,familiare,hai uno spogliatoio tutto tuo,le varie sale sono solo per te e la tua coach e ti puoi fare anche un bel caffettino prima di allenarti!!

 

Mi sento a casa!!!”

Sono approdata ad ORA a Ottobre. Un’amica mi aveva segnalato l’apertura dello studio perché le avevo detto che avevo deciso di dedicarmi finalmente a me, alla mia salute ed investire tempo e risorse in modo mirato. Per me il nome stesso dello Studio combaciava con quello che stavo cercando, focalizzarmi ora, non rimandare più la cura del mio corpo, farlo ora, volermi bene. Ho iniziato questa avventura affidandomi a Roberto. Venivo da 40 anni di vita mediamente sedentaria, molto studio, tanto lavoro, poco movimento sovrappeso e scarsa autostima. Sei mesi dopo sono profondamente cambiata. L’allenamento sta cambiando il corpo ma anche e soprattutto lo spirito. Ho perso 7 kg e messo su finalmente una massa magra (muscoletti!) il peso non dice molto, i cm di girovità(mio punto critico) molto di più. Ne ho persi 16. Ancora più profondo però è l’effetto di questo lavoro sul mio modo di gestire il mio tempo e sul mio umore. Il movimento è diventato fondamentale nella mia settimana tanto che ho iniziato ad affiancare la corsa agli allenamenti fatti con Roberto. Sento il bisogno di muovermi e il piacere di farlo. La mia attenzione sta spostandosi dal mero obiettivo estetico (vedermi meglio) a quello sostanziale di stare bene nel mio corpo. Insomma una volta avviato è un processo irreversibile. Per me il lavoro con Roberto è stata la scelta migliore che potessi fare, il regalo più grande che mi sono fatta: (ri)trovare il mio corpo. E chissà dove ancora posso arrivare!

Astrid De Bernardinis

Ciro Cipriano

Per anni ho regalato centinaia e centinaia di euro alle palestre romane. 

Ogni anno, in genere a Settembre, facevo l'iscrizione annuale sia x risparmiare che x impormi l'obbligo di doverci andare x sfruttare l'abbonamento. Ogni anno si ripeteva la stessa storia: non facevo in tempo nemmeno ad imparare il nome dell'istruttore che avevo già azzerato tutte le pretese di trasformazione del mio fisico. Ogni cosa (lo studio, gli amici, gli aperitivi, il "dolce far niente") sembrava più importante di un "inutile" allenamento. 

Poi l'anno scorso ho incontrato ORA. 

Le cose non accadono mai per caso. ORA è entrata nella mia vita in un momento molto particolare... affrontavo un problema familiare abbastanza grave e null'altro mi sembrava poter meritare la mia attenzione! Venivo da mesi in cui avevo trascurato parecchie cose, prima di tutto me stesso. Somatizzavo lo stress e il corpo me lo faceva capire con piccoli segnali: difficoltà digestive, insonnia, stanchezza cronica...

La cura per tutto questo è stata ORA.

ORA ha letteralmente cambiato il mio punto di vista. Sin da subito, con il primo e il secondo allenamento, ho capito che non potevo farne a meno. ORA non solo mi aiuta a capire e modificare il mio corpo ma ha completamente trasformato la mia mente, le mie abitudini, il mio umore. Da quando lo sport era qualcosa di residuale ORA organizzo la mia vita in funzione degli allenamenti. Ancora mi sorprendo di come riesca ad allenarmi 3 volte a settimana senza rinunciare a niente della mia vita sociale/personale. Gli allenamenti sono un momento "mio" che aggiungono alla giornata quel qualcosa di speciale che mi rende felice. Dopo l'incontro mattutino nulla mi spaventa e tutto sembra più facilmente sormontabile. Affronto le giornate in maniera diversa... con più dinamicità e maggiore consapevolezza del mio corpo. 

 

Allenarmi con Martina e Roberto è diventata una priorità a cui non posso sottrarmi. 

 

Grazieeee!

"Mi chiamo Valentina, ho 36 anni e negli ultimi 5 anni ho accumulato circa 40 kg di sovrappeso. Ho inoltre dei problemi alla schiena che complicano un po' le cose. Sono pigra, pigrissima, uno zombie, vivo in simbiosi col divano, ho sempre odiato l'attività fisica e sono anche estremamente incostante.

Ho preso e lasciato mucchi di diete e sport, ma ho amato il ghirisport che praticavo da sola, a casa, da autodidatta, seguendo in rete i profili dei professionisti, come Roberto. Poi di nuovo ho mollato, come sempre.

 

Ma il ghirisport è una fissazione che non ti passa più, quindi è stato per me spontaneo, quando ho deciso di risolvere i miei problemi di salute legati al sovrappeso, pensare a Roberto come trainer.

 

L' ho contattato e mi ha fissato subito un appuntamento. Le sensazioni che mi hanno trasmesso lui e la "palestra" (che tutto è tranne che una "palestra"), durante questo primo colloquio, a me che sono sempre scettica e pessimista, sono state tali che il giorno dopo mi sono iscritta.

Ora è circa un mese e mezzo che seguo la sua dieta e vengo allenata da Valentina, la mia omonima personal trainer.

 

L' allenamento è variegato, mai noioso, è calibrato su di me e viene aggiustato e modificato a seconda di come reagisce il mio corpo.

 

Valentina mi è venuta incontro sia sugli orari che sui giorni, da subito, senza nessuna difficoltà, allenandomi anche alle 7.30 del mattino. Valentina è simpatica, preparata, energica, paziente, risponde alle mie domande (sono una secchiona) facendomi sempre capire cosa sto facendo e perché e soprattutto sopporta le mie lamentele da grassona pigra con la fobia della schiena.

Durante l'allenamento siamo sole, zero imbarazzo e concentrazione al massimo. 
La sensazione più piacevole in assoluto che sto vivendo è quella di riappropriarmi mano a mano del mio corpo: ho smesso di trascinarmi con fatica, ora finalmente cammino e - come spesso dico a Valentina - con la scopa in cxxx!

 

Non ho più mal di schiena, mai e dico mai, i vestiti mi vanno ogni giorno più larghi e, cosa più importante di tutte, non sto odiando quello che faccio, non sto facendo sport contro voglia per dimagrire - non maledico il giorno che mi sono iscritta, come sempre è stato - ma sto con desiderio e convinzione costruendo un po' per volta il mio benessere”

Valentina Chianese

Ho 39 anni, gli ultimi 6 anni sono stati un continuo cambiamento, sposato, casa nuova, figli, lavoro, da giocatore ad allenatore. Anche il mio corpo è cambiato, sono lievitato a 105 kg (da 90) e da li non riuscivo piu a muovermi, anzi sono stato più vicino ai 110 che ai 100. Il mio pensiero fisso era perdere peso nel più breve tempo possibile, ero ossessionato dalla bilancia, ho fatto un’infinità di diete, ho comprato non so quante scarpette per la corsetta vicino casa, abbonamenti di palestre lasciati scadere come nuovi, fino a quando non ho incontrato ORA. Un metodo che mi ha cambiato, nel modo di mangiare, nel modo di pensare, nel modo di essere. 

 

Mi alleno con piacere, non vedo l’ora di fare la borsa e iniziare a sudare con il mio personal trainer. L’alimentazione è stata completamente stravolta, sbagliavo qualità e quantità, oggi mangio spesso e non tanto, mangio “pulito” e non “sporco”.  

 

Ero partito con l’obiettivo di voler “perdere” ed invece ho “trovato”. Ho trovato una forza in me stesso che non pensavo di avere, ho trovato qualcuno disposto ad ascoltarti e a darti consigli, ho trovato finalmente la mia strada, cosi tremendamente faticosa ma cosi bella da percorrere. 

 

Ps ho ritrovato anche i miei jeans taglia 52 che avevo abbandonato, peccato che siano passati di moda.

Daniele Mennini

Lea Bottai

ehi ciao ti volevo salutare come si deve visto che prima non sono stata di molte parole ahah comincerei ringraziandoti per tutto il lavoro che abbiamo fatto insieme e che hai fatto su di me, a livello fisico ovviamente, ma soprattutto a livello mentale. quando sono arrivata da te ero abbastanza in conflitto con il mio fisico e adesso, anche se mi lamento tanto delle mie cosce, come ben sai, in fondo in fondo sono molto soddisfatta del mio fisico e del lavoro che c’è stato dietro. la soddisfazione sta non tanto nel risultato fisico ma nel ‘risultato mentale’: quando abbiamo cominciato io odiavo la palestra e pensavo che io e lo sport fossimo due mondi separati. tu mi hai dimostrato fino a che punto posso spingermi e devo dire che sono anche abbastanza tosta quando voglio ahaha mai e dico mai avrei pensato di diventare una malata per la palestra, ma adesso devo ricredermi. quindi in conclusione grazie per tutto, anche per le soddisfazioni che ci siamo presi con la ghiria, non tante quante avresti voluto lo so, e grazie anche per tutto il sostegno e per le consulenze dell’ultimo periodo ahah

Over three years ago I started having severe back pains and was prescribed physiotherapy treatment for life.  I decided to take the matter in my own hands and began reading and learning about alternative methods of treat-ment, I discovered that weight lifting and strength and resistance type of exercise helps. During my search I came across this instrument called Kettle-bell and decided to contact one of the certified experts in the field in Rome: Coach Roberto Cappelletti.  You responded right away with a welcoming and informative email with a brief background on the sport and inviting me to meet soon.  BINGO! Just my kind of person! I had a great positive feeling about you already - my first impression was that you were RESPONSIVE, PRO-FESSIONAL, SERIOUS and PASSIONATE about your job.  

 

When I told you hated going to the gym and wanted to train in open air, you welcomed the idea and planned around my lifestyle- FLEXIBLE too!  Your vast knowledge of human physiognomy and nutrition was an added bonus.  What is still amazes me is that I came with no particular goal, and without being invasive or pushy, you guided me to figure out my target (s)  all by myself.  

 

Today, my chronic back pains and aches are long gone, I’ve toned up, have a lot more energy, I sleep much better at night, I feel and look younger and what’s more at the age of nearly 50 I’ve become an amateur athlete participating in National Kettlebell Lifting Championships!  Thank you Coach for generously sharing and transfer-ring your passion of sport.

 

To summerise : responsive, serious, professional, knowledgable in the field, passionate about his job and flexible to meet your needs and work around your lifestyle. 

Noosheen Noei Tabrizi

Laura Cucinelli

Più volte nel corso degli ultimi tempi mi è capitato di ripensare ai miei inizi con il kettlebell. Indissolubilmente legati a Roberto. Un incontro, apparentemente, come i tanti che avvengono normalmente in una palestra. Frequentavo Città Futura da quasi un anno e Roberto mi seguiva con un programma di allenamento, come si usa in tutte le palestre. Venivo da un anno difficile: diagnosi di protrusioni lombari, busto e fisioterapia per un anno, un dolore costante lungo la colonna e limitazioni nella mobilità e nell’esecuzione di tante semplici operazioni della vita quotidiana. Ero però stanca di vivere una vita che nemmeno mia nonna 98enne vive e la “solita” palestra non mi sembrava sufficiente. Peraltro, Roberto era diverso dagli allenatori che avevo sempre incontrato nelle palestre. Competente e appassionato nel suo lavoro, determinato e ambizioso, un atleta competitivo, capace di empatia e attento nei rapporti umani, una persona concreta e discreta, e soprattutto mi ispirava una naturale fiducia. Per tutti questi motivi quella mattina di quasi cinque anni or sono, andai da Roberto determinata a cambiare il mio stile di vita e ritrovare una forma fisica che continuavo a rincorrere da tempo, chiedendogli di iniziare un percorso di allenamento individuale. La mia decisione, naturalmente, non era condivisa dal mio ortopedico e, non nascondo, che io stessa ero molto timorosa e scettica verso determinati esercizi che Roberto mi proponeva e soprattutto temevo per la mia schiena l’uso della ghiria che mi sembrava immensamente pesante. Oggi, ripensandoci, sorrido, al ricordo del passaggio dagli 8kg ai 12kg: pensavo di non riuscire a sollevarli! Gradualmente, costantemente, con pazienza e qualche screzio, Roberto mi ha accompagnata in un percorso che è riduttivo definire di allenamento: è stato un percorso di vita che mi ha avvicinata ad uno sport che oggi è parte delle mie giornate. Insieme, abbiamo intrapreso un cammino che rappresentava per entrambi un inizio di attività: per me di allenamento, per lui professionale. Oggi conduco una vita quotidiana normale, non ho più il dolore di schiena fisso e con orgoglio faccio parte della squadra Girevoy Sport Roma.

Cercavo un personal trainer che mi aiutasse a rimettermi in forma dopo un lungo periodo di inattività e di dieta disastrosa. Casualmente, sul web, ho scoperto Ora. La preparazione di Chiara e Roberto e gli aspetti positivi di un luogo in cui tutti sono concentrati solo su di te, senza distrazioni, mi hanno conquistato da subito. Ho inziato il percorso con l’obbiettivo di perdere qualche chilo, diminuire il girovita e tonificare la massa muscolare. Col passare del tempo ho scoperto di avere dei muscoli che non pensavo di avere e, da sedentario cronico quale ero, oggi non riesco a fare a meno di allenarmi duramente, anche quando sono a casa o sono costretto a partire. Ho acquisito una maggiore consapevolezza di me stesso e del mio corpo, ho imparato a gestire i miei pasti e a bilanciarli, in modo da non compromettere gli sforzi fisici fatti. Niente diete rigide da seguire, ma solo consigli e la fantastica opportunità di avere due pasti liberi a settimana. Grazie a Chiara ho imparato a non arrendermi davanti a sforzi che sembrano impossibili da superare, a tener duro e combattere quelle tipiche situazioni in cui la mente dice che “non ce la puoi fare”, costringendoti spesso a mollare; non a caso uno dei principali obbiettivi degli allenatori di Ora è proprio quello di lavorare e trasformare la tua mente, oltre che il corpo. Quando ho cominciato pensavo che, come tutte le volte che ho provato a iscrivermi in una comune palestra, mi sarei annoiato subito, abbandonando il tutto prima del previsto. Mi sbagliavo!  Una scelta, quella di Ora, di cui non mi pento affatto e sono pienamente soddisfatto.

Francesco Mantuano

Viola Wildpanner

Sono ormai mesi che due volte a settimana attraverso la città per andare ad allenarmi. Già solo poter dire di allenarmi è una cosa nuova per me, visto che nella vita, per diversi motivi, non mi era mai successo di farlo. Attraversare la città, con la pioggia o con il sole, in questi mesi non mi è mai pesato. Anzi. Chi l’avrebbe mai detto? Per tanti anni ho desiderato muovermi, ma non ho mai trovato la situazione giusta per farlo. Ho fatto qualche tentativo, che si è sempre concluso con il mio ritirarmi, per grande timidezza, per noia, per il rapporto molto difficile con il mio corpo che da sempre mi accompagna. Anni fa ho fatto uno di questi tentativi, e in quell’occasione ho conosciuto Roberto. Quando dopo qualche mese ho lasciato la palestra in cui lavorava, mi è dispiaciuto perderlo di vista. Dopo qualche anno, arrivata alla consapevolezza che a trent’anni avere costantemente diversi “doloretti” alla schiena, alle spalle ecc., dovuti in grandissima parte al mio lavoro sedentario davanti al computer, non è accettabile, ho deciso di fare un altro tentativo. E la prima persona a cui ho pensato di rivolgermi era lui. Il caso ha voluto che proprio di lì a tre mesi, avrebbe aperto ORA. E’ stata una coincidenza fortunata, e dopo l’estate, a settembre, ho iniziato ad allenarmi. L’ambiente era perfetto per me, e non mi intimidiva, anzi, l’ho sempre trovato molto accogliente. Tra un “ti boccio” e un “sei grande”, mi trovo ora a scoprire nel mio corpo capacità che non avrei mai pensato di attribuirgli, e mi trovo a scoprire che posso usarlo, muovermi, e ritrovare un contatto che per tanto, troppo tempo mi era mancato. 

Frequento ORA da circa due mesi. ho scoperto lo studio su internet: cercavo una soluzione, vicina a casa mia, per riuscire ad allenarmi con costanza e comodità e speravo in un cambiamento “epocale” nelle mie abitudini…infatti da sempre mi iscrivo in palestre che, per ragioni che credevo essere legate soprattutto alla mia pigrizia, non sono riuscita mai a frequentare per più  di qualche settimana continuativamente, scoraggiata dalla timidezza e dal disagio che provavo trovandomi circondata da fisici scolpiti e sempre perfetti. Inizialmente ho raccolto quella con ORA come una sfida, ma avevo un po’ di paura: mi aspettavo che anche lì mi sarei sentita in difficoltà, avrei dovuto superare (faticosamente) un’ennesima prova della mia inadeguatezza e avrei dovuto farmi coraggio ad ogni allenamento per non tirarmi indietro. 

 

Insomma come scalare il K2…ma ho scoperto molto presto che mi sbagliavo e che non ci sono vette da scalare, piuttosto percorsi da seguire. addirittura ho avuto l’impressione che magari non sono io quella così pigra da mollare subito, forse sceglievo semplicemente il percorso sbagliato.

 

Fequento ORA, compatibilmente con gli orari del lavoro, due volte la settimana e quando si avvicina il momento di andare dai miei personal trainer, sono contenta e positiva. Ho trovato in loro uno stimolo a risvegliare il mio corpo: in ogni allenamento viene inserito un esercizio nuovo calibrato sulle mie potenzialità e sull’obiettivo che ci siamo prefissati e ho scoperto, non solo di poterli eseguire, ma anche di essere determinata e decisa a superare le eventuali difficoltà che incontro. Ho capito l’importanza di un rapporto individuale con l’allenatore che, conoscendomi, impara quali sono i miei punti deboli e quali quelli forti, valorizzandoli. e, sembrerà banale, ma mi dice anche quando fermarmi, costruendo un allenamento equilibrato (a volte in palestra ero portata a strafare, procurandomi più danni che benefici). Attraverso questa esperienza, ho riscoperto anche un dinamismo a 360° che avevo sopito, ho iniziato ad abbinare allenamenti in piscina e, in generale, ad approfittare dei momenti liberi per fare qualche attività fisica, scegliendo quelle che preferisco, senza vivere l’esercizio come un supplizio. Ho abbinato agli allenamenti un programma alimentare che mi ha suggerito Roberto, introducendo alimenti e abitudini che credevo essere incompatibili con me e i miei gusti (la colazione salata, mi sembrava una bestemmia!) e anche su questo mi sono dovuta ricredere. piccoli cambiamenti che hanno cambiato la mia prospettiva su molte cose. 

 

I risultati ci sono, e anche se sono piccoli, avendo iniziato da poco, li sento chiaramente sul mio corpo e so che iniziano a vedersi. 

 

Il risultato più importante per me è la soddisfazione di riuscire a rispettare gli allenamenti con energia ed entusiasmo, la possibilità di vivere ogni sessione senza ansia da prestazione, la tranquillità di aver trovato un piccolo spazio mio dove poter fare ogni volta qualcosa in più per me stessa. 

 

E, visto che siamo solo all’inizio, il meglio deve ancora venire.

 

Grazie ragazzi!

Claudia Angeli

Daniela Alampi

O si vince o si muore in campo!

 

Uno slogan accattivante a 15 anni, quando pensavo ancora di crescere e diventare una promessa della pallavolo. Presto però mi sono accorta che il mio traguardo era destinato a non sfiorare nemmeno i 160 cm! 

Così, dato l’addio ai sogni di gloria, negli anni successivi ho diversificato il mio impegno sportivo (piscina, palestra, corsi vari). Con impegno ed entusiasmo ad ogni nuovo inizio ma senza troppa costanza dopo i primi mesi, sempre vinta dalla pigrizia e da altri mille motivi. Un giorno una amica, a conoscenza del mio impegno sportivo da bradipo, mi consiglia un post, “fa per te”. Ora! La formula è accattivante, tentatrice. 

 

Navigo un pò e trovo il sito del coach. Continua a sembrare interessante, professionale. In più scopro che esiste il “ghiri sport”, e già immagino pisolini ristoratori dai quali mi risveglieró tonica e con il seno che sfida ancora la forza di gravità. Si, fa per me! In realtà mi attira la possibilità di orari flessibili, l’attenzione dedicata personalmente, insomma, la promessa di un successo! 

Prendo un appuntamento e raggiungo “ora”! La prima impressione è positiva, una palestra che sembra casa. Tutto il necessario, a misura di individuo. Anche la macchina per il caffè!

 

Un coach sui generis, motivato e motivante. Disposto ad ascoltare le aspettative senza fretta, senza giudicare, senza commentare l’evidente “fuori forma”. I primi allenamenti sono stati una “sofferenza”. 

 

Rispettare l’orario, mettersi in tuta invece che in pigiama, ricordarsi di parti del corpo praticamente mai usate. Poi, quasi senza accorgermene, l’allenamento è diventato un piacevole appuntamento, uno spazio mio privato. È diventato “tempo per me” a 360 gradi. Ho raggiunto il risultato che mi ero prefissata, con qualcosa in più, e la voglia di continuare. La soddisfazione più grande? Prendere un autobus in corsa senza avere il fiatone! 

 

Grazieee

Dopo qualche anno di stop dalle attività sportive sentivo un corpo che, oltre a qualche chilo di troppo che più o meno mi ha sempre fatto compagnia, non era più nemmeno all’altezza di una corsetta o di uno sport di squadra fatto con gli amici. Nel frattempo, gli alti ritmi lavorativi e forse anche la pigrizia mentale mi impedivano di dedicare il giusto tempo a mantenere un corpo in allenamento. Ho deciso quindi di fare un fioretto per il 2016: rimettermi in forma. Per farlo ho cercato un aiuto sia pratico che motivazionale.  Ho trovato il sito di Roberto che si presentava molto bene sia a sensazione che in termini di esperienza, così l’ho chiamato e dopo una chiacchierata per capire obiettivi e motivazioni abbiamo cominciato subito. Non voglio un corpo scolpito perché per me non è una questione di apparenza, ma da quando mi alleno costantemente due volte a settimana, mettendo questo impegno come prioritario nella mia settimana di lavoro, ho ritrovato prima di tutto un modo per scaricare tutte le tensioni e liberare la mente e poi piano piano ho recuperato quella tonicità di cui avevo bisogno. Inoltre mi diverto anche tra il sudore e i dolori muscolari. Il prossimo anno vorrei migliorare ancora, ormai c’ho preso gusto! 

Alessandro Amato

Marta Righetto

Praticando da agonista il pattinaggio artistico a rotelle ho avuto un infortu-nio. Dopo un anno di forzata inattività la preparatrice atletica, che mi ha se-guito in questo periodo, mi ha fatto conoscere Roberto e lo studio ORA che frequento da settembre dell’anno scorso. Dovevo recuperare la forma fisica e migliorare alcune prestazioni essenziali nel pattinaggio quali: forza, potenza, esplosività, fiducia nelle mie capacità e controllo del corpo nel gesto tecnico per evitare nuovi infortuni. Oltre ad allenarmi in un ambiente molto piacevo-le sono molto soddisfatta dei risultati ottenuti finora che sono ben visibili an-che nel pattinaggio.

Era il 20 febbraio 2012, contattai Roberto Cappelletti su facebook, poi dice che i social non sono utili! Mi aveva colpito la sua maglietta. Già ero innamorata delle kettlebells , un caro amico le metteva sempre nei circuiti di allenamento funzionale ed io dentro di me pensavo: “peccato che si usino in una sola stazione, ci sarà qualche matto che si allena solamente con queste meravigliose palle di ghisa?”.  Il matto c’era: se amavi la ghisa e abitavi a Roma non potevi non conoscerlo e così è partito lo stalkeraggio. Cappelletti mi rispose subito che la maglietta era :”just for the brave” e così presi coraggio e andai a trovarlo nella palestra dove allenava, in zona Cristoforo Colombo. Da lì non ci siamo mai lasciati. I motivi sono tanti. Ha una capacità non comune di fare gruppo, fa sentire me e i miei compagni una piccola famiglia. Mi conosce, sa le mie debolezze, le mie fragilità e quanto la mia testa condizioni le mie prestazioni. Forse è per questo che amo tanto il kettlebell lifting: perché è uno sport di resistenza, perché quell’ultima ripetizione che puoi infilare anche quando il corpo dice che non ce la farai…è invece la tua più grande vittoria. Ancora oggi, a distanza di  quattro anni, se sono provata da una giornata lavorativa o da un qualsiasi periodo no, il momento che attendo di più è quello in cui sono lì con il mio coach, nello studio “Ora” che è diventato la nostra casa, dove ci conosciamo tutti, perché quell’ORA che dedico a me stessa lascia fuori tutto il resto. 

Marcella Sullo

Dopo tanti anni passati tra palestre e corsi di cross-fit in cui i vari PERSONAL ed allenatori mi garantivano una preparazione mirata per il mio sport, final-mente ho incontrato Roberto con cui sono riuscito ad intraprendere un per-corso che mi sta dando quello di cui ho bisogno.

Luca Salvini

Ciao Sono Davide e di professione faccio il Personal Trainer...ho conosciuto Roberto Cappelletti in una palestra dove ancora oggi lavoro, quando l’ho incontrato per la prima volta ho capito subito quanto avrei po-tuto imparare da lui  e soprattutto quanto avrei potuto conoscere i segreti del Ghiri Sport, cioè la disciplina di sollevamento con la quale si utilizzano le Ghi-rie(kettlebell). Gli ho chiesto curioso come avrei potuto allenarmi e da lì è iniziato tutto... Oggi sono circa 2 anni che mi alleno con Roberto e stiamo ottenendo dei buoni risultati insieme, ma soprattutto mi ha trasmesso una passione per uno sport bellissimo...non lo ringrazierò mai abbastanza. 

Davide Alessi

Grazie Roberto per avermi permesso di mangiare pasta a pranzo e cena senza prendere 1kg in più! Grazie per avermi fatto capire che l’esercizio fisico non è un obbligo ma un modo semplice per sentirsi bene con se stessi! Grazie per il sostegno senza il quale non sarei andato da nessuna parte! L’unica domanda sensata che mi posso porre:” È perchè non l’ho fatto prima?”

Benedetto Gerardi

Io e mio marito conosciamo Roberto da molti anni grazie ad amicizie in comune. Dopo diversi tentativi di metterci in forma ognuno per conto proprio senza successo e con il matrimonio alle porte abbiamo deciso di accettare la sfida di allenarci insieme. Grazie alla sua pazienza e dedizione siamo riusciti ad ottenere ottimi risultati in pochi mesi e dopo il matrimonio abbiamo deciso di continuare il percorso. Dal nostro primo incontro e’ trascorso oltre un anno e non ci siamo mai sentiti piu’ in forma di cosi. Se avete bisogno di uno stimolo per prendervi cura di voi stessi, Roberto e’ la persona che stavate cercando.

Maria e Federico Fabbri

torna indietro