[Ho cominciato scettico, sicuro che sarebbe andata a finire come sempre INVECE...]

30 Jan 2018

 

 

Questa è la storia di Marco, di come ci siamo incontrati e di come è andato il suo percorso. 

Ogni cosa remava contro di noi fin quando è accaduto qualcosa di straordinario.

 

Non mi dilungo, ce lo racconta direttamente lui con le SUE parole:

 

 

 "Ho conosciuto “ORA” per caso. Forse nel posto meno indicato, in ufficio, osservando un collega, perchè guardandolo mi sono accorto che stava cambiando, sia nel fisico, ma anche negli atteggiamenti. Qualche domanda più o meno interessata, poi via a gambe levate, lungi da me palestre e cose simili.

 

 

Per tutta una serie di motivi negli ultimi anni non ho praticato nessun tipo di sport tranne la corsa, fatta in modo saltuario e amatoriale, senza nessun altro scopo, se non quello di distrarmi e staccare per un’oretta dal resto del mondo.

E l’unico sport praticato, il calcio, oramai è soltanto un ricordo sbiadito di una ventina d’anni fa.

 

 

I risultati con questo stile di vita, uniti al lavoro e al fatto che mi piace mangiare bene e bere meglio, non hanno tardato a manifestarsi.

 

Sovrappeso, pigrizia, insoddisfazione, diete, fisico a fisarmonica e più o meno tre taglie di tutto nell’armadio, insomma la sensazione che tutto è inutile e non si può cambiare.

 

 

Ma forse “ORA” era oramai nel mio destino, visto che ci siamo rincontrati di nuovo casualmente lo scorso autunno, questa volta su internet. Come detto ho sempre odiato le palestre, mi annoiano e usare il poco tempo libero per stare al chiuso mi deprime, non sopporto neanche gli istruttori palestrati disinteressati che ti fanno credere che diventerai come loro, e neanche gli sfigati che ci credono.

 

Non posso dire che sia stato amore a prima vista, anzi ho cominciato scettico, sicuro che sarebbe andata a finire come tutte le altre volte, durata breve e impegno minimo indispensabile per giustificare i soldi spesi.

 

D’altronde però, dopo il colloquio, ho avuto la sensazione che avevano inquadrato il problema, e che quindi, c’era qualcun altro come me e che forse era l’ultima chance per dimostrare che potevo invertire il trend.

 

 

Ho iniziato pensando all’aspetto fisico e strada facendo mi sono accorto di quanto sia più importante quello mentale, quanto sia importante credere in se stessi, non tanto per dimagrire quanto per essere più in forma e riuscire a fare cose che inizialmente non credi possibili.

 

 

Non ci sono miracoli, medicine, cose brevi e velocissime, soltanto piccoli progressi quotidiani, ma continui e la soddisfazione nel vedere il proprio corpo e la propria mente cambiare.

 

 

Tutt’ora ogni tanto, dopo un esercizio fallito penso: “ma chi me lo fa fare?”, oppure: “pensa che per fare sta’ cosa…  pago pure!!”, ma la differenza sta proprio qui, in quel momento c’è qualcuno che non ti fà mollare, una via di mezzo tra una mano tesa e un calcio nel sedere che ti fa tirare fuori quel pizzico di orgoglio per superare l’ostacolo.

 

 

Questo non vuol dire che qualche volta a Paolo darei anche “una cinquina”, ma il fatto che stia lì concentrato su di me, impiegando il suo tempo per farmi migliorare, e anche il fatto che sia abbastanza robusto mi fa desistere.

 

 

Scherzi a parte penso che il successo di questo studio è che non è una palestra, l’ambiente famigliare e informale ma nello stesso tempo professionale fanno sì che l’allenamento non sia un altro dovere giornaliero, ma un momento mio, in cui faccio qualcosa esclusivamente per me stesso. 

 

Credo che si vuole abbandonare il divano e non si vuole sempre pensare che DOMANI magari possiamo fare qualcosa questa sia una buona soluzione per svegliarsi."

Marco arena

 

 

La storia di Marco mi ha fatto capire che tutto ciò che insegno, il metodo che ho creato e cerco sempre di migliorare può cambiarti la vita.

Parliamo della vita non di un fissato, di un atleta, al contrario: la vita di un normale essere umano con i suoi mille caxxi e debolezze come le abbiamo tutti!

 

 

La differenza è che lui è stato bravissimo ad individuare il problema, a chiedere aiuto e farsi aiutare da chi è più esperto di lui. Questo gli ha dato la possibilità di testare qualcosa di nuovo, di diverso totalmente da quello che c'è in giro nelle palestre, qualcosa che lo sta rendendo soddisfatto di se, felice quando si sveglia la mattina.

Grazie Marco!

 

 

Se anche tu vuoi dire basta a tutte le fregature prese fin'ora e riprendere in mano la guida del tuo corpo, se pensi sia arrivato il TUO momento, se vuoi provare ad allenarti sorridendo e senza drammi scrivici SUBITO

 

clicca qui compila il form e sarai ricontattato per una consulenza GRATUITA!

Share on Facebook
Please reload

Post in evidenza
Please reload

Post recenti

August 4, 2020

Please reload

Archivio
Please reload